T.

torna a Racconti

Tratto dal racconto IL GUARDIAMARINA.

Pubblicato:

pubblicato su “L’MPERFETTA”.

(07)

Mi venne quasi automatico di appoggiarmi su una cassa, e lui capì bene l’invito. Alzò il vestito, spostò il perizoma a filo, e comincio a leccarmi prima le natiche e poi puntò la lingua verso il centro.

Era chino dietro di me e si stava
garantendo un grado eccitazione del mio corpo piuttosto alto.

Mentre continuava a leccarmi, aggiunse al movimento il dito medio. C’era caldo, ed io cominciavo a bagnarmi. Probabilmente fu pronto, perché ad un tratto mentre le mie gambe cominciavano a cedere dagli spasmi di piacere, si mise dritto e cominciò a penetrarmi.

pubblicato su “L’MPERFETTA”.