T.

torna a Racconti

Tratto dal racconto LA VOGLIA.

Pubblicato:

pubblicato su “L’MPERFETTA”.

(04)

Era fantastico farlo nei posti impensabili, era indubbiamente trasgressiva l’eccitazione in pubblico ma nella notte, ora in quel letto, io e lui, la pioggia ed il silenzio erano come un concerto organizzato per un solo spettatore: unico e raro.

Succhiavo il suo membro e la sua voce si spargeva nella camera, sussurrava il godimento che provava.

pubblicato su “L’MPERFETTA”.

Ad ogni massaggio della mia lingua sulla punta, la sua mano stringeva i capelli, e li tirava leggermente, quasi a diluire quel suo godere; era in balia di me ma voleva farmi sentire che nonostante tutto lui era sempre presente, e stava decidendo se e quanto doveva durare.